martedì, dicembre 18Città di Vittoria

28 Dicembre – Una vita a matita

Share Button

di e con Quinzio Quiescenti e Lorenzo Covello
luci Petra Trombini
produzione Quintoequilibrio
con il sostegno di Formicola Teatro (Roma), Piccolo Teatro Patafisico (PA),
QuattroX4 (MI)

Vincitore del Minimo Teatro Festival VI

Ogni anno nel mondo vengono festeggiati all incirca 7 miliardi di compleanni e 21 milioni di non compleanni, tra cui il più celebre quello del Cappellaio Matto. In seguito a studi di diversi istituti internazionali di ricerca, tra cui l’ OMS, sono venuti alla luce dati preoccupanti relativi ai consumi e agli incidenti dovuti alle feste di compleanno. “ Un laboratorio improbabile, due tute bianchissime, come oggetto di studio il compleanno. Due ricercatori sulla base di dati scientifici e statistici, sono alle prese con la sperimentazione delle giuste formule e tecniche per evitare catastrofi e sprechi durante i festeggiamenti . Popcorn e trombette, oggetti stereotipi di una ritualità fatta di forma e non di sostanza, sono gli strumenti di questi bizzarri ricercatori che danno così il via ad una serie di esperimenti tra l’assurdo e il reale, raccontati con acrobazie parole e piccoli gesti. Le candeline accese, che di anno in anno vediamo aumentare sulle nostre torte, raccontano i desideri e la vita che scorre tra ambizioni, sogni, perdite e aspirazioni.
Un’ indagine sulla natura umana ed i suoi aspetti agrodolci, che si compongono di gioia e malessere, felicità e nera tristezza. In questo mescolarsi di surreale, rigore scientifico e corpo prende così forma “una vita a matita” che attraverso uno slittamento di significato, mette in luce lo svuotamento del rito e il contrasto tra la festa e la tempesta che si incontrano ogni anno in questo giorno speciale.

spettacolo per un pubblico di adulti e giovani a partire dai 12 anni
Venerdì 28 dicembre 2018 h 21

Multisala Golden
via Adua, 204

Translate »
Zoom
Contrasto