domenica, Giugno 20Città di Vittoria
Shadow

414° Anniversario della Città di Vittoria – L’inno “Sorgi Vittoria”

Share Button

Il 24 Aprile 2021 ricorre il 414° anniversario della fondazione della Città di Vittoria.
Vittoria è una delle poche città ad avere un proprio inno, composto in occasione del 300° anniversario dal maestro Alessandro Barbera, con i versi di Francesco Maganuco.
L’inno fu eseguito per la prima volta il 24 aprile del 1907 da un coro di bambini delle scuole elementari, accompagnati dalla banda cittadina, diretta dal maestro Barbera e, da allora, è l’inno ufficiale della Città di Vittoria.
La versione del Coro Polifonico Ibleo , diretto dal M° Nello Cavallo, che potete ascoltare qui, è stata  espressamente eseguita e registrata qualche anno fa al Teatro Vittoria Colonna.

Ascolta l’Inno

 

Il Testo

Come il soave zefiro
di questo april che muore
come il leggero effluvio
della campagna in fiore,
l’eco del nuovo cantico
giunga Colonna a te
l’eco del nuovo cantico
giunga Colonna a te
Pe’ labbri nostri sciogliesi
l’inno alla tua virtude;
or ch’a novello giubilo
il petto a noi si schiude
e a te festante il popolo
consacra la sua fe’
e a te festante il popolo
consacra la sua fe’
Sorgi Vittoria e illumina
del popol tuo la vita
conforto ai nostri gemiti
all’opre nostra unita
luce dei nostri palpiti
resti la tua virtù
luce dei nostri palpiti
resti la tua virtù.

 

Quando, son già tre secoli,
sotto lo scettro ispano
vivea tra morbo e misero
il popolo sicano
tu con materno anelito
vegliavi al suo dolor
tu con materno anelito
vegliavi al suo dolor
E queste plaghe ai poveri
mortali offristi,
e il sole per te sorrise all’opere
di nuova ardita prole
da cui questa progenie
ereditò il valor
da cui questa progenie
ereditò il valor
Sorgi Vittoria e illumina
del popol tuo la vita
conforto ai nostri gemiti
all’opre nostra unita
luce dei nostri palpiti
resti la tua virtù
luce dei nostri palpiti
resti la tua virtù.

 

 

Translate »
Zoom
Contrasto