lunedì, Maggio 20Città di Vittoria
Shadow

Parte II

Share Button

 

INDICE DELLA PARTE  II

1. Da Sant’Antonio Abate a San Biagio
  a) Palazzo Calì
  b) La chiesa di Sant’Antonio Abate.
  c) Palazzo Schifano (già Maltese e prima ancora Jacono).
  d) Scalinata oggi intitolata al dr. Emanuele Foderà.
  e) La chiesa di San Biagio (oggi ugualmente nota come Santa Rita).
 f) Piazza Giordano Bruno (già Savoja o Piano di San Biagio) e il Collegio di Maria (già Ginnasio poi Liceo Ginnasio, Scuola Media Don Milani, oggi Istituto Comprensivo San Biagio) –  Box Il Collegio di Maria a San Biagio.

2. Da Piazza del Popolo a Piazza Indipendenza lungo la via Rosario Cancellieri.   
   a) La Lega di Miglioramento.
   b) Casa Carfì (oggi sede della banca Credem).
   c) Ex Cinema Excelsior (oggi condominio Pancari).
   d) Palazzo Traina (oggi Citino).
   e) Altri edifici notevoli.
   f) La chiesa di San Francesco di Paola – Box Breve storia dell’ospizio e del convento dei Minimi di San Francesco di Paola.
   g) L’Arena Leonardi (già Arena Littorio).
   h) Il cinema Barone ed esempi di stile Liberty nel quartiere. Un antico teatrino.
   i) La biblioteca comunale Angelo Alfieri.

3. La via dei Mille, la Villa Comunale, la Piazza Sei Martiri, l’Emaia e il Cimitero – Box. L’area da San Francesco ai        Cappuccini nel corso dei secoli.
  a) La Villa Comunale.
  b) L’Acqua Nuova o Fontana di Garì o dei Leoni.
  c) Piazza Sei Martiri e le antiche preesistenze oggi scomparse: la porta della Marina, il vecchio Calvario e la chiesa del SS.mo    Cristo alla Colonna.
  d) Il Calvario.
  e) La chiesa ed il convento dei Cappuccini.
  f) La donazione Garì.
  g) L’ospedale.
  h) Il plesso elementare ex Foderà.
  i) Il Palazzetto dello Sport, il plesso “Lombardo Radice” e il Liceo Scientifico.
  l) L’area dell’ex Campo di Concentramento, l’Emaia e l’antica fiera di San Martino; altre infrastrutture ed il Cimitero di contrada       Cappellares.

4. La strada per Scoglitti, l’archeologia industriale di Giardinazzo, il II Circolo Didattico G. Caruano. Il quartiere di fronte all’Emaia.
    a) Un quartiere nuovo sulle antiche terre.

5. La via Cavour o a strata a lumi. Il Liberty da Piazza del Popolo a via Milano. Le altre vie del Liberty.
    a) Altri esempi notevoli di Liberty e palazzi ottocenteschi.

6. Le Scuole Nuove, Piazza Italia, la “stradella”, la stazione ferroviaria e le distillerie.
   a) Piazza Italia e il  Cavallo ipparino di Arturo Di Modica.
   b) La ferrovia, la stazione e le distillerie. La zona industriale.
   c) L’istituto comprensivo (ex VI Circolo Didattico “Pappalardo” e la Scuola Media “G. Matteotti”).
   d) La chiesa di San Giovanni Bosco.
   e) Il santuario della Madonna della Salute.
   f) Il Parco di Serra San Bartolo e il Museo del Carrubo e della Civiltà Contadina. Il Velodromo a Montecalvo.- Box. Il carrubo    nel paesaggio agrario e nella storia di Vittoria.
   g) Il Poli-Museo Attilio Zarino.

7. La chiesa di San Paolo.

8. La chiesa San Giuseppe e le vicende del Conservatorio poi Monastero della Sacra Famiglia –  Box.Nascita e vicende del Venerabile Conservatorio o Monastero della Sacra Famiglia a San Giuseppe.
   a) Il Monastero nell’Ottocento
   b) Monastero della Sacra Famiglia
   c) L’ex Monastero come scuola.
   d) Il Liberty nel quartiere di San Giuseppe.
   e) L’Istituto del Sacro Cuore e la piazza Matteotti.
   f) La chiesa della Madonna delle Lacrime.

 

 

Zoom
Contrasto